La banda dell’est

Vinto il referendum, la giunta procede spedita con il progetto di ampliamento a est dell’ospedale. Una soluzione disastrosa, che predilige gli affari di pochi in luogo dell’interesse generale (è la politica vincente in Valle d’Aosta, si sa). Noi ci abbiamo provato, a fermarli. La grande maggioranza dei valdostani ha scelto diversamente. Fra pochi anni si renderanno conto del grave errore commesso. Sarà davvero una consolazione poter ricordare «ve l’avevamo detto»? 

Annunci

Un pensiero su “La banda dell’est

  1. Personalmente ho l’impressione che si sentirà l’esigenza di un nuovo ospedale prima che questo venga terminato. Ci saranno ancora aree disponibili? Ho qualche dubbio, ricordando alcune esperienze del passato, es. autostrada Aosta-Morgex nel tratto Aosta-Saint-Pierre. Tutti i comuni d’accordo sulla sua necessità, purché passasse sul comune limitrofo o dirimpettaio. E intanto la corsa a rilasciare concessioni edilizie per condizionarne pesantemente la realizzazione. Esempi concreti? Charvensod, Aosta, Gressan, Aymavilles, … (si salva Pollein) e così l’autostrada ha dovuto praticamente passare sulla Dora. Ma l’ospedale non potremo (potranno) costruirlo a cavallo della Dora, anche perché già occupata. In compenso avremo un sovradimensionato aeroporto ampliato per i viaggi diplomatici di Caveri (o chi per lui)nel mondo e le sue collaborazioni internazionali (manie de grandeur?)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...