Profeta in (piccola) patria

Nuova scissione in vista per l’Union Valdôtaine? Lo farebbe pensare l’articolo bomba scritto da Guido Cesal sul Peuple Valdôtain del 24 gennaio.

Scrive infatti il presidente del partito di Rollandin: «L’opinion publique apparaît déconcertée et semble avoir perdu sa capacité d’indignation et sa force réactive face à des situations dont la gravité devrait susciter de fortes répliques adaptées au moment. S’agit-il d’une accoutumance à la prévarication et au paradoxe, d’une apathie sans remèdes, d’un refus à s’engager car le but est difficilement atteignable, d’une incapacité d’assumer ses propres responsabilités, d’une logique à la «tengo famiglia» etc.? Ou, au contraire, le feu couve-t-il sous les cendres, prêt à reprendre sa vigueur d’un moment à l’autre pour balayer ces impitoyables situations de dérèglement et de dépravation, pour déclencher une réaction en chaîne et pour rétablir un minimum de conditions qui remettent en marche un profitable et nécessaire processus vertueux?»

Cosa è successo a Cesal? Com’è possibile che si sia finalmente accorto dei gravissimi guasti della politica e della società valdostana, dei quali il partito da lui guidato è il maggiore responsabile? Cosa lo avrà portato ad abbracciare, così d’emblée, la denuncia sostenuta da tempo dall’Alleanza Autonomista Progressista?
Ma non importa. Ciò che conta è che l’Union Valdôtaine perde un altro pezzo da novanta, a pochi mesi dalle elezioni.

Come dite? Non si riferiva alla Valle d’Aosta? Nel suo articolo parla dell’Italia? Di ciò che accade qui non s’è accorto? Nomine di sottogoverno, lottizzazione, uso della cosa pubblica a fini personali (o del gruppo di potere di appartenenza), pregiudicati al potere, inettitudine dei governanti, ecc. secondo lui non riguardano la nostra regione?

Che volete, nessuno è profeta in piccola patria.

Annunci

6 pensieri su “Profeta in (piccola) patria

  1. Cesal, Cesal, non fare l’ingenuo a buon mercato, se veramente credi in quello che hai appena detto: guarda intorno e davanti a casa tua, invece di leggere troppi giornali e ascoltare troppa televisione in questi giorni! Un proverbio nordico, citato spesso da Gramellini, recita più o meno così: “se ognuno pulisse davanti a casa sua, la città sarebbe pulita”. Invece un personaggio molto conosciuto che non sta bene citare pubblicamente per nome, se la prendeva con chi guardava le pagliuzze nell’occhio altrui e così facendo non si accorgeva (o non voleva accorgersi) del trave nel proprio (di occhio)!
    O ti stai ravvedendo (meglio tardi che mai) e ti stai rendendo conto che il mouvement non fa (più) per te? Non ci credo. Ho invece l’impressione che nessuno cadrà nella tua trappola e che leggendo le tue parole tutti penseranno anche a casa tua (al tuo mouvement), oltreché al resto dell’Italia. Questa conclusione me la suggeriscono i discorsi sentiti stamane dal barbiere, dove a diversi avventori, diversamente da quello che fai tu, veniva spontaneo accostare i fatti italiani ai fatti nostrani (valdostani).

  2. Non c’entra per nulla , ma la mia domanda è importante : suI Corsivo di oggi si parla di apertura di uv-fa-sa al partito democratico . Quanto scrive tale testata conta meno di nulla , ma se mi dici che sono muccate inventate , poi sto meglio .

  3. mi pare che all’interno dell’Union, Césal non lo ascolti proprio nessuno (probabilmente è per questo che lo hanno eletto Président): a proposito di Courmayeur ha giurato e spergiurato che il mouvement non si sarebbe mai alleato con la destra (non ci vengano a raccontare la storiella delle liste civiche, la conosciamo), in un primo tempo sembrava disposto ad accettare la sfida dei referendum, infine ha provato a sollevare la “questione morale” in casa propria. Probabilmente ora, stufo di ingoiare rospi dedicandosi ad un mouvement che proprio non lo cale, ha deciso di dedicarsi alla politica “estera”: l’erba del vicino è sempre … più sporca, oppure mal comune, mezzo gaudio.

  4. Il Corsivo non l’ho letto. So però che le spara spesso a vanvera, con l’idea che ogni tanto ci possa pure azzeccare.
    Sul punto, è possibile che Uv-Fa-Sa aprano al Pd. Ma purtroppo per loro il Pd ha preso un’altra strada, la costruzione di un’alleanza alternativa. Se ne dovranno fare una ragione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...