Il Cittadino Valdostano n.2 2008

cittadino_n2_2008.jpg

Cittadino Valdostano n.2 2008
 

Annunci

3 pensieri su “Il Cittadino Valdostano n.2 2008

  1. A ciascuno i suoi De Mita. Le ragioni portate davanti alla stampa non sono mai state esposte nelle sedi collettive di incontro. La politica dell’alleanza con l’Union Valdotaine ha portato i DS fin quasi a sparire. Per evitare che l’Union vada a destra bisogna farsene egemonizzare, dicono i due ai “compagni che sbagliano”. Hanno spaccato un partito per il loro rifiuto di essere minoranza. Ora cercano di spaccare il PD. O Cesare o nessuno.

    12:10 PD: VDA, FERRARIS E FIOU SI SCAGLIANO CONTRO DIRIGENZA
    (ANSA) – AOSTA, 28 MAR – Confermano che non si candideranno alle prossime elezioni regionali ma approfittano della platea per lanciare un attacco politico contro l’attuale dirigenza del partito democratico della Valle d’Aosta. I consiglieri regionali Piero Ferraris e Giulio Fiou (gruppo Per il partito democratico) hanno spiegato oggi le loro ragioni in una conferenza stampa.

    “Mi accingevo ad uscire in punta di piedi dal Consiglio regionale – ha detto Ferraris – ma non mi è stato permesso. La mia iscrizione al circolo di Aosta è stata cancellata. Un provvedimento illegittimo, con lo spirito ‘colpirne uno per educarne cento’, frutto di una frenesia autoritaria contro chi dissente. Esempi simili si possono trovare solo nel Pci degli anni ’60”. “E’ figlio del malessere – ha proseguito – di un partito che non fa proposte politiche. Il Pd valdostano non è capace di interpretare il progetto di Veltroni, domina l’anima massimalista”.

    Rimostranze contenute in una lettera che Ferraris, ex assessore regionale alle attività produttive, ha inviato allo stesso Veltroni. “Pensavamo che il progetto del Pd – ha aggiunto Fiou – avrebbe avviato rinnovamento per la sinistra anche in valle d’Aosta. La speranza si sta trasformando in una grande delusione, basti pensare all’adesione ai referendum e alle ambigue alleanze”

    Secondo Fiou, “i dirigenti attuali hanno distrutto il partito, l’alleanza di maggioranza, senza costruire nulla, il Pd valdostano è sulla strada di consegnare la Valle d’Aosta alle destre”. (ANSA).

  2. D’accordo, mantenere toni bassi, ma mi pare che gli exDS che hanno aderito al nuovo PD (Area democratica: onore al merito ed al coraggio, nonché alla lungimiranza!) li tengano proprio al di sotto del percepibile. Almeno rispondere per le rime! Il PD è nato come un partito nuovo, e non come una fotocopia del partito degli exDS (cambiare tutto per non cambiare niente). Chi avrebbe voluto questo (Fiou, Ferraris, Caracciolo, Mannini, …, e quant’altri, per i motivi più disparati, soprattutto di riconoscenza all’ex alleato dell’UV) ha solo da prenderne atto e cambiare strada, senza piantare tutto questo casino. Lasciatelo dire a me, che non sono un politico.

  3. Vedrai che si è risposto per le rime. Sia il segretario sia l’esecutivo. Un po’ di pazienza, non bisogna neppure dare troppa importanza a persone politicamente finite (ingloriosamente).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...