Do not disturb

opposizione-costruttiva

7 pensieri su “Do not disturb

  1. Il disegno è fantastico, lo hai fatto tu, Vincenzo? Rende l’idea a pieno!
    Comunque già definirla opposizione è un complimento, sei sempre un Signore!

  2. apprendo ora dall’ANSA che carmela fontana (unica rappresentante dell'”opposizione”) ha appena firmato, come capogruppo del PD, una risoluzione, congiuntamente con l’ineffabile Empereur, Salzone e La Torre (che bella “ammucchiata”, vengo anch’io!) per comprare nuove azioni della deval (l’obiettivo fin troppo evidentente è di avere nelle mani della regione sia la produzione che la distribuzione dell’energia elettrica: micronazionalismo mascherato come privatizzazione).
    Il PdL vuole saperne di più (interpellanza), anche se tutto è già chiaro come il sole.
    La controparte è evidentemente qualche sconto ai valdostani (più che di sconto bisognerebbe parlare di guadagno in meno per le pseudo società private CVA e Deval, le quali, come tutti sanno, vendono l’energia prodotta con l’acqua allo stesso prezzo di quella prodotta con gasolio et similia).
    Siccome l’operazione è perfettamente in linea con le finalità dell’UV e del suo statuto (via democratica all’indipendenza), l’UV, se non la fermano, può fare quel che vuole.
    Rollandin (è l’unico che può farlo), dovrebbe però a questo punto chiarire una volta per tutte con le cortigiane e i cortigiani che ha dintorno:
    1) da che parte state, con me o contro di me;
    2) e allora comportatevi di conseguenza e ditelo chiaramente.
    Saremmo tutti più contenti.

  3. Assolutamente ho solo detto quello che penso. La S maiuscola era voluta e meritata.
    Bruno ha fatto una buona analisi.
    Un’operazione fatta per il bene dei valdostani (quali?) che naturalmente il gregario di faustocoppi si prodigherà sul suo blog a spacciarla per la solita “opposizione costruttiva”!

  4. per vincenzo
    credo di non aver capito bene la domanda.
    Se in luogo di maggioranza e opposizione , dobbiamo ormai parlare di ammucchiata, credo proprio di sì (ha ragione Lorella).
    In regione, non vedo alcuna differenza o quasi, tra la situazione di questi ultimi venti o trent’anni, e la situazione attuale (è solo cambiato qualche nome, chiamiamolo fisiologico ricambio generazionale).
    Se poi alla regione affianchiamo la situazione del comune di aosta,…
    Probabilmente in questo paese nessuno ha ancora chiara la distinzione e il diverso ruolo di maggioranza e opposizione.
    Probabilmente in questo paese la democrazia è ancora tutta da definire e da imparare.
    Probabilmente sarà un problema che lasceremo alle prossime generazioni.
    In ogni caso mi dispiace che tutto sia finito così miserevolmente, senza un minimo di dignità, senza un minimo di orgoglio.
    Probabilmente era già tutto scritto quando, chissà perché, è stata scelta Giuliana Ferrero come referente del PD locale.
    Insomma, si è fatto finta di cambiare tutto per non cambiare niente, gattopardescamente.
    Approfitto dell’occasione per ringraziare te in particolare, e oltre a te, Lorella Vezza, Paolo Louvin e Dario Carmassi, che ho apprezzato e stimato nei loro interventi su questo ed altri blog, i quali hanno cercato invano (e ancora cercano), senza alcun secondo fine, di dare corpo a quell’alternativa vera di cui abbiamo tanto bisogno.
    Ringrazio anche Vanni Florio e Eddy Ottoz per la loro sincera e disinteressata amicizia, virtù sempre più rare.
    chiedo scusa a quelli che eventualmente ho offeso e dimenticato e cerco di fare il possibile per perdonare e dimenticare quanti (valdostani e miei compaesani) mi hanno fatto tanto soffrire (me e la mia famiglia): demansionamento, minacce di morte, dispetti e intimidazioni: che un dio li perdoni e li faccia rinsavire (purtroppo, devo ammetterlo, sono cose che ti cambiano e ti marcano per il resto della vita).

  5. @ Bruno
    Ricambio i ringraziamenti, che, siamo alle solite, in un paese civile ed educato, non sarebbero necessari, in quanto il rispetto delle opinioni altrui in altre regioni costituisce la normalità.
    Capisco anche la tua amarezza e le tue sofferenze perchè anch’io nel mio piccolo qualcosa ho subito e qualcosa devo ancora affrontare, ma sino a che vivrò (ancora per poco) in Valle D’Aosta non farò mancare le mie opinioni. Valgono poco? Pazienza, è meglio una goccia di vera critica che un’alluvione di voci dialoganti.
    Vi sono blog, di cui i più “affezionati scrittori” si interrogano sul perchè non scrivo, il motivo mi pare evvidente: non si accettano critiche! E allora non potendo magnificare il lavoro dei loro esponenti di spicco mi rifiuto di sprecare tempo e tastiera. Ultimamente poi il livello è salito, mi dicono, fanno anche riferimento a sindromi post partum ecc..
    Se pensano di conquistare consensi in questo modo…….
    Si Vincenzo merita proprio la S maiuscola.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...