Aeromostri

Se una strada fosse percorsa da una decina di auto al giorno, dimostrando di essere sovradimensionata, la trasformereste in autostrada? È quanto vuole fare il governo regionale per l’aeroporto: siccome i due voli al giorno di aerei da 30 posti erano quasi sempre vuoti, ha deciso di ampliare l’aeroporto per passare a otto voli al giorno di aerei da 80 posti, con conseguente inquinamento atmosferico e acustico, oltre al bagno di sangue del bilancio di gestione.

Per contrastare questa singolare filosofia amministrativa, e proporre invece un utilizzo dell’aeroporto Corrado Gex rispettoso dell’ambiente, del tessuto economico e della più autentica vocazione turistica della regione (con l’offerta di valori inestimabili quali il silenzio e l’aria pulita) è stato costituito il Comitato per un Aeroporto Sostenibile, che ha anche un blog dove sono raccolte tutte le informazioni.

2 pensieri su “Aeromostri

  1. L’aeroporto come tante opere realizzate in Valle sono possibili per il grande afflusso di quattrini nelle casse regionali. Nelle regioni , parlo di quelle a statuto ordinario, gli amministratori devono essere molto oculati nelle loro scelte e difficilmente si opta per un’opera inutile, inquinante e costosissima.
    Ma in Valle è un’altra storia, lo sappiamo benissimo, basti pensare all’inceneritore chiamato anche elegantemente termovalorizzatore, che sarà sovradimensionato per le esigente valdostane. Ma qui menti eccelse hanno già trovato la soluzione: bruciare la discarica .
    L’aeroporto della Valle è e sarà sempre solo un aeroporto di montagna di questo bisognerebbe tenere conto: potenziare il volo a vela i cosidetti alianti. Un’attività che potrebbe contribuire a portare turisti nella nostra regione, organizzando attivita turistiche parallele.
    L’incarico di ristrutturazione all’Arch. Gae Aulenti rimane un mistero. In Valle d’Aosta dove si è costruito malissimo, in modo dissessenato si da l’incarico ad una delle più belle intelligenze in campo mondiale dell’architettura sperando in un miracolo? L’aeroporto si trova alle porte di Aosta, dove sono stati costruiti capannoni di ogni genere e tipo, ingresso alla città definito da Gae Aulenti bruttissimo. Lei naturalmente, non vivendo su incarichi regionali, può affermarlo in tutta sincerità, ma è la nuda e cruda realtà. Quindi tirando le somme avremo una costruzione innovativa, attorniata da capannoni orribili, inutile e inquinante, voluta da un pugno di amministratori, ma su cui i valdostani (escluso il comitato e pochi altri) non hanno nulla da ridire.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...