La paghetta

Di ritorno da un luogo lontano, dove sono stato senza contatti con l’Italia e il blog, cerco di capire cosa sia successo negli ultimi giorni.

Dalla Stampa mi pare di capire che il Pdl valdostano stia dando lezioni di opposizione in Consiglio regionale. Mentre Pd e Vda Vive si dilettano con le ronde (opposizione costruttiva), Alberto Zucchi e compagni (ehm) fanno ciò di cui avremmo bisogno davvero: l’opposizione come cane da guardia di questo governo regionale tronfio e trionfante. Rollandin e Marguerettaz, colti in castagna, reagiscono con imbarazzo (per modo di dire). Veniamo addirittura a sapere, grazie a un’interrogazione di Enrico Tibaldi, che per il nostro ineffabile imperatore i compensi dei dirigenti del casinò sono affari privati, da non divulgare in ossequio alla privacy. Privacy? Ma non sono soldi nostri? Il casinò non è al cento per cento pubblico? Fino a che punto può arrivare la tracotanza di questa giunta?

Leggo anche della reazione di Rollandin alla trasmissione di Rai Tre Ballarò, nel corso della quale il ministro Roberto Calderoli ha detto, messo alle strette da Giovanni Floris, che le regioni a statuto speciale sono privilegiate, e che la pacchia con il federalismo fiscale dovrà finire. Augusto Rollandin oggi sulla Stampa reagisce con il solito piagnisteo del figlio mantenuto: papà, non mi devi ridurre la paghetta, perché ho così tante spese…

4 pensieri su “La paghetta

  1. vorrei solamente rispondere all’ultimo commento (del signor Courthoud) del precedente post dicendo che da fonti ufficiali apprendo che i delegati all’Assemblea Nazionale del Partito Democratico che ha eletto Dario Franceschini a Segretario sarebbero stati 1300 su 2384 e non 1200 su 2800 come da lui erroneamente riportato.
    con questo non voglio dire che sia stata un successo di partecipazione, ma quanto meno c’era il numero legale per andare avanti con i lavori a differenza di quanto affermato dal signor Courthoud … quando si fanno delle affermazioni vi pregherei quanto meno di verificarne prima l’attendibilità.
    GRAZIE

    http://www.asca.it/news-PD__ALL_ASSEMBLEA_PRESENTI_1_300_SU_2_384_DELEGATI_AVENTI_DIRITTO_VOTO-810618-ORA-.html

  2. ho riportato testualmente dati (e relativa percentuale) ripresi da La Stampa. Altre fonti parlavano di circa 3000 membri (dell’assemblea nazionale). Di più non so dire, se non che, se quanto affermato da emilio è esatto, le fonti giornalistiche di cui disponiamo non sono granché attendibili. Ovviamente giro, tramite questo blog, le osservazioni circa l’inesattezza dei dati alla fonte di informazione che le ha fornite non solo a me, ma a tanti cittadini.

  3. in ogni caso, anche la fonte citata dal signor Emilio, se pure sembra indicare in modo preciso e puntuale il n. degli aventi diritto al voto (n. 2.384), è del tutto aleatoria ed ipotetica per quanto riguarda il n. dei presenti (“circa 1300”), per cui non è possibile, neanche da tale fonte, effettuare una verifica certa in ordine al rispetto di un eventuale numero legale (metà più uno), che sarebba pari a (2384/2) + 1 = 1.192 + 1 = 1.193.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...