Lo chiamarono Trinité

trinitaLa proposta di Leonardo La Torre, di riunire in un unico partito Uv, Fédération e Stella Alpina mi sembra del tutto condivisibile. Per quanto ci pensi, non riesco a trovare una sola caratteristica che distingua le tre forze. Hanno la stessa concezione della politica, quella di comitati affaristico-elettorali in competizione per spartirsi le cospicue risorse regionali, con l’occupazione permanente di posti di potere e sottopotere. Non parlano quasi mai di politica autentica, quella delle idee (quoi?), ma quando lo fanno (a uso del vuoto teatrino mediatico) i rappresentanti di tutte e tre le forze ripetono all’unisono le solite formulette dettate dal Pensiero Unico: federalismo, Autonomia, specificité valdôtaine, e bla bla bla. Solo che sprecano un sacco di energie inutili: tre congressi, tre segretari, tre marchi, tre sedi. Una fatica, anche perché a volte gli tocca pure far finta di polemizzare tra loro, e poi ogni volta devono fare riunioni per decidere di allearsi alle elezioni. Mettendosi insieme, sotto lo stesso tetto, taglierebbero tempi morti e costi inutili, rendendo la macchina della spartizione più efficiente. Se potessi suggerire il nome del nuovo partito direi di chiamarlo Trinité, in stile fonduta-western. Col 65% dei voti (ma in seguito si potrebbero aggiungere anche i pidiellini, e perché no, persino i piddini) e La Torre nel ruolo del ranger, potrebbe menarle di santa ragione ai sempre più sparuti oppositori.

Un pensiero su “Lo chiamarono Trinité

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...