Avviso

Avviso per i lettori abituali. Questo blog è sempre lo stesso, ma non è più lo stesso.

12 pensieri su “Avviso

  1. Pensa che ti ripensa non ho capito il senso del post.
    Ho visto la variante del nome che richiama ad un villaggio di una nota località calabrese.
    Per il resto quale variante sostanziale?

  2. Non conosco quel villaggio, pensavo più al buonasera greco. Cambierò tutto per non cambiare niente?… Il senso del post, se c’è, sta tutto in un crescente distacco dalle questioni locali.

  3. In questo blog chiunque può scrivere senza filtri preventivi , anche sbattendosene dei fuori tema . Come faccio ora invitando a documentarsi sulle GRANDI MANOVRE leggendo il gustoso lancio Ansa delle ore 11.09 di stamane mercoledì 24 giugno . Solo collocazioni geografiche , di linee e valori un tubo .

  4. linee e valori: ma cosa sono?
    p.s. è da tempo immemore che in consiglio regionale non si vedeva una “rivoluzione” di questa portata.
    Povero paese (ma anche divertente, quanto ridicolo): assistere al consiglio regionale è diventato più divertente (e ridicolo) che assistere ad una commedia di Molière a teatro.

  5. Bruno , prendiamo atto che il nostro quoziente intellettivo è ridotto : non capiamo l’importanza del dove uno appoggia il deretano . Infatti l’Ansa dedica un secondo lancio , alle 17.07 , al fondamentalissimo tema .

  6. Borluzzi, non esagerare. Questo è un blog democratico, non un Blog della Libertà😉
    La politica valdostana è solo un teatrino (di periferia). Le alleanze sono decise in base alle convenienze dei comitati d’affari, poi i partiti inscenano la commedia, recitando un copione (a uso dei “mezzi d’informazione” locali). Un tempo poteva persino capitare che il copione fosse scritto abbastanza bene (gli autori a volte erano di discreta qualità), oggi siamo a livelli vanzineschi.

  7. mi sono seduto dall’altra parte della mia scrivania, che non è uno scranno, ma un semplice tavolo in legno. Ma il mio deretano non è quello di La Torre e penso che non susciterà l’interesse né di Louvin (quello di La Torre pare abbia una valenza politica), né di Cerise, il quale ha dovuto formalizzare il cambiamento di posto del deretano di La Torre.
    p.s. Proposta: per porre finalmente fine a questa ormai anacronistica distinzione tra destra e sinistra, che nessuno vede più, a partire dalla prossima legislatura, ad inizio legislatura, il posizionamento dei deretani, per ogni gruppo politico, venga assegnato per sorteggio, e successsivamente ognuno tenga il deretano al suo posto, pena …. un calcio in culo.

  8. Scusa, Vincenzo, ma leggendo le dichiarazioni di La Torre, sembra di capire che anche il posizionamento del deretano possa avere una valenza più o meno … autonomista (fermo restando il rapporto autonomismo/comitati di affari).
    A proposito, hai letto? Ora ci toccherà salvare anche Air-Vallée, altro comitato di affari. Con la scusa della crisi (e un appalto all’orizzonte), è il momento giusto per chiederci soldi.
    Queste consociate, partecipate, ammucchiate, ecc. tra pubblico e privato mi paiono un ottimo esempio di “federalisme global”. Non ti pare?

  9. @ vincenzo calì ore 4.30 pm . Le tue ultime 5 righe sono da me condivise al 101 % , per cui un quesito si pone : sei tu o io a militare fuori posto ?

  10. Su Ansa.vda alle 19.06 il terzo lancio odierno sul posizionamento dei mappamondi in consiglio regionale . Tema gettonatissimo .

  11. mi pare giusto, come sottolinea Salzone, sostenere che ogni spostamento di deretano debba considerarsi un fatto politico di una tale importanza da dover essere accompagnato da una doverosa dichiarazione politica.
    Però, essendo io un analfabeta in materia di politica, ma avendo qualche piccola conoscenza in materia di numeri, mi e vi chiedo. Come ha potuto il solo La Torre spostare il suo deretano e tutti gli altri hanno potuto mantenere il loro al loro posto? Ci sono poltrone libere per gli eventuali spostamenti di deretani? Il tutto non è tale da meritare una dettagliata e circostanziata dichiarazione politica? magari accompagnata da qualche fotografia che chiarisca il tutto?

    per vincenzo:
    sono molto ignorante anche in materie economiche, ma mi chiedo:
    come fanno SpA a totale partecipazione pubblica (es. casinò, Finaosta, ecc.) ad essere considerate tali ed equiparate a società private?
    Probabilmente la distinzione tra pubblico e privato non esiste più o meglio esiste solo nella nostra fantasia.
    O è da rivedere la legislazione societaria?
    Penso che non sia possibile perché i partiti, tutti, hanno i loro bravi interessi a mantenere le scatole cinesi, a partire da Berlusconi in primis, ovviamente, colui che in tutto fornisce il buon esempio agli italiani (è proprio per questo che lo votano in massa, la maggioranza degli italiani fa le stesse cose che fa lui e adesso si trova giustificato nei suoi comportamenti).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...